Avvisi di Accertamento firmati da dirigenti “illegittimi”

AVVISI DI ACCERTAMENTO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE FIRMATI DA DIRIGENTI NOMINATI SENZA REGOLARE CONCORSO

Nullità degli avvisi e delle cartelle di pagamento Equitalia

La Corte Costituzionale con sentenza n. 37/2015 del 24 febbraio 2015 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme che hanno consentito, tra gli altri, all’Agenzia delle Entrate di nominare dirigenti senza  l’indizione di regolari concorsi.

            In conseguenza di ciò vengono a cadere, con effetto retroattivo, tutti gli incarichi affidati ai semplici impiegati non abilitati a seguito di regolare concorso.                                                                   equitalia

            La sentenza è di importanza fondamentale per tutti i cittadini che si sono visti notificare un Avviso di Accertamento dall’Agenzia delle Entrate ovvero una cartella esattoriale fondata su un Avviso di Accertamento dell’Agenzia delle Entrate.

            A norma dell’articolo 42 del Dpr 600/73, infatti, gli accertamenti dell’Agenzia delle Entrate sono portati a conoscenza dei contribuenti mediante la notificazione di avvisi sottoscritti dal capo dell’ufficio o da altro impiegato della carriera direttiva da lui delegato.

 La stessa norma, poi, prevede che l’accertamento è nullo se l’avviso non reca la sottoscrizione del capo dell’ufficio o del dirigente delegato nonché le indicazioni e le motivazioni previste.

Laddove, quindi, l’accertamento notificato sia stato sottoscritto da un dirigente assunto senza un regolare concorso, l’accertamento stesso potrà essere dichiarato nullo e potrà essere annullata anche la cartella esattoriale sullo stesso fondata per assenza del titolo legittimante l’iscrizione a ruolo.

Le problematiche da affrontare per tutti i destinatari degli avvisi di accertamento dell’Agenzia delle Entrate e delle cartelle Esattoriali saranno: a) verificare se il dirigente che ha firmato l’atto sia o meno compreso fra i soggetti “nominati” senza regolare concorso; b) verificare se è o meno scaduto il termine per proporre opposizione verso il verbale di accertamento, ovvero verso la cartella di pagamento.

Chiedi una consulenza su questo argomento. consulenza-online-side

Lascia un commento