Recupero crediti

Recupero Crediti: ho la necessità di recuperare dei crediti , ma ho paura di non riuscire ad ottenere niente perché il debitore nasconde i suoi beni. Cosa posso fare?

 

Uno dei grandi problemi della Giustizia in Italia è rappresentato dalla difficoltà di recuperare i crediti anche dopo aver ottenuto un provvedimento da parte del Giudice Competente.

Dopo l’emissione di una sentenza di condanna o la concessione di un decreto ingiuntivo, infatti, nell’ipotesi in cui il debitore non adempia spontaneamente al suo obbligo, si rende necessario procedere in via esecutiva, ovvero si rende necessario pignorare i beni del debitore: pignoramenti immobiliari, mobiliari o presso terzi.

recupero-crediti

Questa fase rappresenta spesso il punto più deprimente per il creditore che, dopo aver speso tempo e denaro per vedere riconosciuti i suoi diritti, non riesce a soddisfarli semplicemente perché non riesce a trovare beni del debitore da aggredire.

Il Decreto Legge n. 132/2014, per tentare di porre fine a questa indecorosa situazione,  ha introdotto l’art. 492 bis nel Codice di Procedura Civile a norme del quale il Creditore munito di titolo esecutivo può, tramite l’ufficiale giudiziario e previa autorizzazione del Presidente del Tribunale competente per il luogo di residenza del debitore, accedere alle banche dati della P.A. (anagrafe tributaria, PRA, INPS) per ricercare i beni di proprietà del debitore stesso e procedere poi al pignoramento.

Tale norma è rimasta sino ad oggi sostanzialmente lettera morta, in quanto la sua applicazione è stata subordinata alla emanazione di appositi decreti attuativi da parte dei Ministeri competenti. Decreti che non hanno mai visto la luce.

In ragione di ciò, al fine di superare la nuova difficoltà,  con il Decreto Legge 83/2015 è stata introdotta la possibilità per i creditori di fare istanza al Presidente del Tribunale al fine di farsi autorizzare ad accedere personalmente alle Banche dati della P.A., senza la necessità di servirsi dell’Ufficiale Giudiziario.

Oggi, quindi, grazie a questo nuovo intervento del Governo, sarà più semplice scovare i beni del debitore per sottoporli a pignoramento ed ottenere così’ il soddisfacimento delle proprie pretese.

Chiedi una consulenza sull’argomento

consulenza-online-side

Lascia un commento